Gina eat & drink – un tocco di New York a Roma

ingresso Gina vicino piazza di Spagna

- immagine realizzata da Tavole Romane* -

Passi davanti alla scalinata di Trinità dei Monti…magari una calda mattina di agosto quando è quasi “solitaria”…ammiri il suo candore e la sua eleganza col naso all’insù e non puoi non chiederti quante ne abbia viste e sentite nel corso del tempo! Botteghe “aprire e chiudere” sulle storiche vie dello shopping che proprio qui (a Piazza di Spagna) convergono, scatti fotografici di folle di turisti, carrozzelle partire per il tour della città e tornare, coppie sedute a scambiarsi baci o a guardare il panorama dall’alto per promettersi amore eterno, gioventù romana intenta a corteggiare le bellezze straniere, pellicole cinematografiche “srotolarsi e riavvolgersi” ai tanti ciak si gira…
Proprio qui su una lato di Piazza di Spagna (a sinistra guardando la scalinata) si arrampica una via che ospita una piacevole “sosta”, riconoscibile da una piccola bandierina celeste con la scritta “Gina” in bianco. Varcata la soglia di ingresso si entra in un ambiente fuori dal comune per la zona, piena – si sa – di numerose trappole per turisti. Arredi bianchi e grigio-celesti…ai più ricorderanno le case delle bambole…a chi ci è capitato per un brunch visitando New York, Sarabeth in West Side (o East Side…le sedi sono due!). Il locale è su due livelli: uno spazio più piccolo ad altezza strada con tavolo sociale e sgabelli a destra più una stufa antica sulla sinistra; l’altro ambiente più grande - poco giù (si accede facendo qualche gradino) - ospita tavolini (tondi, rettangolari, quadrati) e un bancone ad “elle” dietro cui la cucina prepara i gustosi piatti. Alle pareti scaffali con riviste, menu esposto e oggetti d’arredamento. Tutto è grazioso e invita al relax: insomma il posto adatto per il pranzo del sabato quando si ha voglia – più che mai – che il tempo scorra lento.
L’offerta ben accompagna gran parte del giorno (dal pranzo al tea-time pomeridiano) e si presta sia ad un pasto completo sia a una rapida sosta dolce o salata. Dalle sezioni del menu  si possono scegliere sfizi, panini, insalate, dolci ma anche succhi, centrifughe,  frullati, infusi,…il tutto preparato con ingredienti freschi e di buona qualità.
Il servizio, perlopiù femminile e multietnico, contribuisce – insieme alla frequentazione da parte di turisti – a rendere l’ambiente ancor più internazionale. Resta sempre garbato, sorridente ed efficiente.
C’è da segnalare che “qualità e servizio” sopra media in zona…si fanno pagare. Apprezzabile la scelta di rendere disponibile sul sito web l’intero menu con i prezzi.
Preparano anche cestini take away per un picnic nella vicina Villa Borghese.

 Le nostre pagelle:

  • Ospitalità 7,5
  • Ambiente 7,5
  • Mescita 7
  • Cibo 7

Prezzo:

  • Pasto: 20€ (insalata, 1/2 dolce, acqua e caffè)

In breve:
♥ Be Gina, Be Good!

Informazioni pratiche:
Sito web: http://www.ginaroma.com/ 
Indirizzo: via di San Sebastianello 7/A, 00187 Roma (come arrivare)
Orario: tutti i giorni 11:00-20:00
Tel. 06.6780251

…dalla nostra esperienza:
Sabato di inizio agosto…tarda  mattinata…le temperature stranamente non sono torride e in giro per Roma si scorgono quasi solo turisti. Tante cose da fare in giro per il centro prima della partenza per le ferie estive…e Gina ci sembra il posto ideale per fermarci a pranzo e godersi la pausa. L’incontro fortuito di due cari amici (sopraggiunti mentre eravamo al dolce) renderà la sosta ancora più gradevole.

La visita si riferisce a sabato 07 agosto 2010.

Citazioni dalla cucina:

Salato: che sfizio scegliere tra le sette simpatiche sezioni (quattro all’insegna del salato e tre del “finepasto”) del menu!  Be happy per succhi, frullati, centrifughe, milk shake, birre, …; Be classic per quiches (al momento della nostra visita in versione radicchio e pancetta), sformatino di melanzane, zuppa o piatto del giorno, bruschette, …; Be simple per un panino (a scelta baguette, focaccia o casareccio) imbottito con verdure, formaggi, affettati, …; Be light per fresche e variopinte  insalate. Abbiamo pescato quà e là  nelle sezioni e assaggiato una equilibrata centrifuga mela e carota, due saporite insalate…zighidì con cubetti di tacchino ed emmenthal…e l’altra suvaki con friselle,  feta, olive nere. Di base sempre insalata verde e pomodorini da condire con olio, sale, aceto o anche con salsa Gina (gusto senape) servita in ciotolina a parte. 
Gli amici hanno pescato dal Be Classic (quiches e piatto con riso e verdure)…con grande soddisfazione!

Gina Eat & Drink - Insalata zighidì

- insalata zighidì, immagine realizzata da Tavole Romane* -

Gina Eat & Drink - Insalata suvaki

- insalata suvaki, immagine realizzata da Tavole Romane* -

Dolce: sezioni Be sweet del menu per dolci o frutta, Be Cool per gelato e Be friendly  per caffè, the o infusi. Abbiamo chiuso con una cremosa e ben fatta cheesecake  più fragole e dei buoni caffè (specie quello americano)…certo la torta realizzata con gli Oreo ci ha lasciato tanta curiosità che dovrà essere soddisfatta alla prossima visita!

 Gina Eat & Drink - cheesecake con fragole

- cheesecake con fragole, immagine realizzata da Tavole Romane* -
Gina eat & drink
- immagine realizzata da Tavole Romane* -
* Le immagini realizzate da Tavole Romane sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons

Share

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...