Sarà Settembrini – ma che bella novità gastronomica!

esterno su via Settembrini
- Sarà Settembrini, esterno* -

NEW! Tavole Romane è tornata in visita: leggi gli aggiornamenti seguendo il link. E per Set’, il vicino spazio libreria / take away, leggi il “flash”

Davvero una piacevole scoperta in zona Prati. In un quartiere pieno zeppo di storici bar, gastronomie, salsamenterie…ma anche di nuove aperture “senza infamia e senza lode”, ecco una ventata di aria fresca. Lo staff del rinomato ristorante Settembrini è uscito dal civico 25 all’omonima via e ha occupato – da un paio di mesi – anche l’adiacente numero 21, che fino a qualche tempo fa era gestito da Giolitti. E così ora una buona parte di via Settembrini è nelle mani della squadra capitanata dallo chef Luigi Nastri.
Il locale interno e gli arredi sono stati ereditati dalla precedente “proprietà” e sono rimasti praticamente intatti. Entrando si incontra un lungo bancone ad “S”, che culmina verso l’angolo bar partendo dalla pasticceria e transitando per il salato. Nella sala a sinistra (del bancone entrando) sono sistemati i posti a sedere. Al piano di sotto la toilette. L’arredamento è classico e decisamente “distante” da quello originale, ricercato e moderno dell’adiacente ristorante: chissà magari hanno già in programma una futura ristrutturazione. L’ambiente esterno sul marciapiede è stato invece in parte già personalizzato: tavolini,  panche con comodi cuscini (sistemate lungo le pareti) e sedie in legno e acciaio satinato, più fioriere e banco di appoggio per il servizio a delimitare lo spazio riservato. In una parte estrema del dehor esterno sono rimasti allocati anche dei posti alla vecchia maniera.
L’offerta, un vero gioiello…risultato finale di genio ed esperienza: ne siamo rimasti stupiti e catturati. Nel salato coniuga in modo – a nostro giudizio – impeccabile scelta degli ingredienti, accostamenti e sostanza, nel dolce estetica e sapori. Panini, focacce, tramezzini, supplì e arancini, piatti freddi da un lato …e gelato, pasticceria – monoporzione e non – a base di cioccolati, creme, frutta dall’altro: tutto si “fa ricordare” ed invita a tornare. Occhio alla lavagna nera accanto all’ingresso che cita qualche piatto del giorno e mette in rilievo alcuni vini. Quanto raccontato alla carta e dalla lavagna è visibile anche nelle vetrine del bancone…per chi vuol vedere prima di scegliere. L’offerta non si esaurisce col pranzo: anche colazioni, the pomeridiano e aperitivi. Il prezzo - in generale non basso - a nostro giudizio è commisurato alla qualità delle preparazioni. Lodevole il the a 3€ data anche l’ottima selezione parigina di Mariage Frères!
Il servizio – in maglietta bianca con bordi neri e scritta  “Sarà Settembrini” – è giovane e veloce, ma in alcuni casi distaccato e con alcune sbavature (ad esempio sulla temperatura di un vino bianco non proprio impeccabile hanno tentato giustificazioni bizzarre piuttosto che chiedere se volevamo sostituirlo). Da un locale di questo livello non ce lo aspettiamo.
Ci permettiamo un altro piccolo appunto: il menu riporta alcuni piatti non disponibili (ci è capitato di riscontrarlo più di una volta) e abbiamo avuto la sensazione che “il tutto esaurito” non giustificasse sempre i diversi assenti dalla carta.
In questo periodo utilizzano per apparecchiare delle simpatiche tovagliette di carta-pane che riproducono il retro di una busta da lettera affrancata, arrecante i riferimenti all’ex-Giolitti proprio per enfatizzare il cambio di gestione.

Vista la recente apertura abbondiamo con le foto (in fondo all’articolo)rispetto alle nostre abitudini, così da darvi un’idea più ampia di quello che potrete vedere e gustare. 

Le nostre pagelle (Spuntino):

  • Ospitalità 6,5       ↑0,5
  • Ambiente 7      ↑0,5
  • Mescita 8
  • Caffè  8
  • Cibo  8
    • Salato 8,5 (supplì 8,5)
    • Dolce 7     ↓-0,5

Prezzo:

  • Pasto: 9€ (arancino 1,50€, panino 4,50€, caffè 1,50€ e acqua 1,50€)
  • Brunch: 10€ / 15€ (piatto con 3 o 5 scelte) solo nella bella stagione, in inverno pranzo alla carta con piatti tradizionali della domenica [aggiornamento del 6 gennaio 2012]

In breve:
♥ Sarà Settembrini…ma qualità e genio sono già arrivati!

Informazioni pratiche:
Sito web: non disponibile (ristorante http://www.ristorantesettembrini.it/)
Indirizzo: via Luigi Settembrini 21, 00161 Roma (come arrivare)
Orario: pranzo 12.00-15.30 , aperitivo 18.00-21.00 (chiuso la domenica)
Tel. 06.97610325 (06.3232617 per il ristorante)

…dalla nostra esperienza:

E’ un sabato di settembre: i 25 gradi di temperatura e un leggero vento rendono l’aria irresistibile. Programmiamo una “pausa giri weekend” da Sarà Settembrini…e all’ultimo momento si uniscono dei cari amici. Che dire! La cornice perfetta e il cibo delizioso – in ogni scelta – esaltano ancora di più il sapore di allegre e spassionate ore trascorse tra racconti di vacanze estive, buoni propositi di riavvio lavoro e fragorose risate.
A presto cari amici…a presto Sarà Settembrini!

Citazioni dal bancone:

Cibo: esaltati dal leggere tutto quello che l’offerta del salato proponeva – e che il bancone immancabilmente esponeva – abbiamo pescato quì e lì scegliendo dai diversi reparti…gastronomia, fritti, piatti del giorno. Arancini cacio e pepi, focaccia con scarola uvetta e olive nere, tramezzino con primo sale pomodori secchi e lattuga, panino con mortadella melanzane e maionese al pistacchio, piadina arrotolata con insalata di pollo lime e coriandolo, piatto di insalata di orzo con zucchine: questi gli assaggi della comitiva! Tutto ben fatto, dai sapori autentici e dalle combinazioni azzeccate.
Anche il dolce non ha deluso…nè nelle preparazioni con frutta (crostatina con crema di vaniglia e fichi e fraisier di crema, vaniglia, pan di spagna e fragole), nè in quelle con cioccolato (fetta di ciocco limone). Ci ha stregato l’assaggio di macarons, su tutti quello al pistacchio.
Per rendere giustizia all’offerta sottolineiamo che tante altre erano le preparazioni “salato e dolce” disponibili. Ne citiamo alcune - salate – tra quelle che ci avevano incuriosito: panini con baccalà (cipollotti e pomodori arrosto), con carpaccio di manzo (caprino e zucchine alla piastra), tramezzino con gorgonzola (sedano e mela), tramezzino con spada affumicato (melanzane e curry), polpette di melanzane, sandwich con provola e alici.

Ampia la scelta dei vini alla mescita (da 5€ a 7€) e carta dei vini eccezionale per una “caffetteria” essendo in comune con l’attiguo ristorante.

E ora in conclusione – come preannunciato – le foto scattate ad alcuni dei nostri assaggi:

arancine cacio e pepi

- arancini cacio e “pepi”* -

focaccia scarola

- focaccia con scarola* -

tramezzino primo sale

- tramezzino primo sale* -

panino mortadella e melanzane

- panino mortadella e melanzane* -

piadina arrotolata

- piadina arrotolata con insalata di pollo* -

orzo alle zucchine

- insalata di orzo con zucchine* -

macarons

- assaggio di macarons vari gusti* -

* Immagini realizzate da Tavole Romane, pubblicate sotto una
Licenza Creative Commons

Share

About these ads

10 thoughts on “Sarà Settembrini – ma che bella novità gastronomica!

  1. Ci sono stato il giorno dell’apertura e poi alcune volte dopo. Posto magico. Se non ci fossero i micidiali cartelloni pubblicitari che hanno cambiato faccia a Viale Mazzini e dintorni e la altrettanto micidiale e cafona doppiafila delle auto in sosta, sembrerebbe di stare a Parigi. Con un cibo anche migliore di Parigi!

  2. davvero un posto carino simpatico e piacevole per un oretta di pranzo. il servizio lascia un po’ a desiderare…. roma è invasa da ragazzini improvvisati camerieri …. dove il cliente è uno che passa non IL CLIENTE ma questo vale per tutti. si spera sempre che qualcuno un giorno se ne accorga.

  3. ci sono stato più volte per un caffè o un aperitivo.
    Buono il servizio e l’offerta. Molto interessante l’offerta dei vini alla mescita.
    Mi è balenato il dubbio che gli stuzzichini in accompagnamento siano della Tradizione di via Cipro e i cornetti e alcuni dolci di Cristalli di Zucchero…

  4. Aggiungiamo che ha aperto SET’ (con l’accento), la nuova libreria / take away di stile nord europeo con il marchio Settembrini a completare il triangolo del gusto nello slargo tra via settembrini e via avezzana.

    Inaugurata questo sabato ma ancora incompleta…per ora solo libri, ma il progetto dovrebbe prevedere un bancone “sociale” al centro dove sedersi a leggere un libro (proprio o del locale), mangiando riso con verdure o altre pietanze light anche take away…oppure in altri orari per un tè o un aperitivo.
    Aperto tutti i giorni fino alle 22.

    Potrebbe essere una bella chicca…vedremo!

  5. Frequento Settembrini e non mi ha ancora convinto.
    Il bar è rimasto il vecchio Giolitti e questo si nota, specie il pomeriggio in cui il tutto è un pò cupo.
    Fuori belle pretese ma lo spuntino a pranzo è di qualità e risultato altalenante.
    Mi è capitata – a pranzo – la lista dei supplì, con la cameriera che afferma, con aria supponente, “eh ma i supplì escono alle 4″ (di pomeriggio)…
    Panini alcuni indovinati, altri meno. Ottimo, veramente l’eclair al cioccolato, quello si molto parigino, con una pasta perfetta.
    Mi son trovato male anche a pranzo, ma forse è stato un caso, conoscendo la bravura e onestà di Gigi Nastri.
    Da ritentare insomma… se tutti lo lodano sarò io quello sbagliato! :)

    • Per fortuna ci sono punti di vista diversi altrimenti sai che monotonia ;-)
      Di certo il progetto Settembrini rappresenta qualcosa di nuovo per Roma e forse questo contribuisce al coro di lodi che si leggono sul web…
      Da segnalare che è entrato a far parte della squadra anche il noto pasticcere francese Stephane Betmon che realizza delle autentiche creazioni dolciarie!
      Non sappiamo da quanto manchi, ma rispetto all’ex Giolitti recentemente abbiamo notato diversi miglioramenti: un buon impianto audio che trasmette musica di sottofondo, varie mensole con libri e una “parete” a chiudere la sala rispetto al bancone…il tutto rende già più accogliente il locale.
      Nelle diverse visite al Caffè c’è da dire che alcuni alti e bassi li abbiamo notati anche noi, soprattutto sul servizio: dalla piena disponiblità a farci fare qualche scatto alle vetrine dei dolci per il post su Dissapore (non tutti hanno reagito così!) a qualche attesa di troppo e cibi presenti in carta la cui non disponibilità ci è stata comunicata solo dopo il tentativo di ordinarli, giusto per fare degli esempi opposti.
      Ma ci piace pensare che con il tempo sapranno ancora migliorarsi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...