Flavio al Velavevodetto – sapori romani e bel dehor *Aggiornamento*

Aggiornamento dei precedenti articoli (1, 2che consigliamo di leggere per una vista d’insieme su questa Tavola e per le informazioni pratiche.
Innegabile: siamo ormai degli aficionados! Lo testimonia anche il nostro “tour a tavola” di cucina romana per ora tutto devoto a Flavio…
E in quanto tali  da queste parti capitiamo spesso. Talmente spesso che la data di ultimo aggiornamento sull’argomento non rende giustizia alla frequenza di passaggio e alla tenuta di qualità del Velavevodetto. Eccoci allora dopo qualche cena recentissima da Flavio a Testaccio…


Cosa c’è di nuovo?

Continua a leggere

La Barrique – Enoteca e degustazione nel rione Monti *Aggiornamento*

Aggiornamento del precedente articolo che consigliamo di leggere per una vista d’insieme su questa Tavola e per le informazioni pratiche.

Dopo diversi mesi (a memoria almeno 3) di “stop” la Barrique di Pagliardi ha rialzato serranda. La scorsa settimana per la precisione.
Sono difatti terminati i lavori di ristrutturazione che hanno portato aria nuova e diverse novità…

Cosa c’è di nuovo?

Continua a leggere

EVENTO SPECIALE: Metti un sabato mattina con Raffaello e Cristina Bowerman

Villa Farnesina e Glass Hostaria, Trastevere

Giusto oggi Tavole Romane compie due anni!
Due anni per noi intensi, pieni zeppi di emozioni, fitti di momenti di condivisione. Ed è proprio da qui – dal desiderio di condividere – che riparte il percorso del terzo anno che inizia. Chi ci segue da un po’ si starà ora chiedendo cosa c’è di nuovo, visto che questo “desiderio” è da sempre il file rouge, la vitamina della crescita per le nostre iniziative. Ma soprattutto chi legge ora si domanderà cosa c’entra con tutto questo il titolo del post… Calma calma ci arriviamo. Va bene i ritmi vorticosi del web, ma un po’ di suspense non guasta!

Allora, condivisione…riprendiamo da qui.
E’ il 2010: il blog di Tavole nasce per il puro piacere di condividere (appunto) – come  si fa con gli amici – consigli su dove e come godersi la Roma “mangereccia”. Arriva così rapidamente a compiere il suo primo anno.
E’ il 2011: l’entusiasmo aumenta e Tavole diventa Food Tours! Con l’aspirazione di contribuire a far arrivare una Roma autentica e insolita, con una “ricetta” che ne mescoli insieme il patrimonio culturale e l’anima enogastronomica entrambi vissuti con gli occhi di chi è del posto. La formula parla perlopiù a chi, italiano o straniero, nella Capitale ci viene in visita.
E’ il 2012:  i nuovi buoni propositi per quest’anno d’un tratto sono chiari. Reinventare dai Food Tour una miscela adatta – più di quanto non lo siano gli altri – a chi vive in città. Insomma occasioni d’incontro che attraverso l’abbinamento di un momento culturale – che sia una passeggiata, una mostra stagionale, un’apertura speciale o altro ancora –  e una degustazione in un posto selezionato aiutino a scoprire un po’ di più Roma, e perchè no a ritrovare le proprie passioni in nuovi amici. Di durata e a prezzo inferioririspetto ai tour che proponiamo attualmente.

Detto fatto: “Metti un sabato mattina con Raffaello e Cristina Bowerman” inaugura i buoni propositi. E per la prima protagonisti d’eccezione come il titolo ricorda! Ma occhio: potrebbe non essere l’unico d’ispirazione “stellata”. Di tanto in tanto proveremo a includere firme della ristorazione di particolare rilievo con l’obiettivo di avvicinare a questo tipo di locali anche chi abitualmente non ci si dirige per questioni di portafoglio.

QUANDO? Il 23 giugno 2012 alle 11:00

QUANTO DURA? 3 ore

CHE VI ASPETTA? Tante belle cose…
La scoperta di Villa Farnesina e dei capolavori di Raffaello con una Guida turistica autorizzata (che collabora con Tavole Romane nei Food Tours), una breve passeggiata per i vicoli di Trastevere e un pranzo-degustazione da Glass Hostaria con menu appositamente messo insieme e commentato per questa occasione dalla chef Cristina Bowerman.
In lingua italiana.

COSA RISERVA IL MENU? Udite, udite…

Minihamburger di spuntatura con bbq sauce
Paninetti con pastrami di lingua e ciauscolo, senape
Minitartare di filetto di manzo all’arancia e caviale Tobiko
Spaghetti di soia, edemane, tofu impanato e salsa umami
Quesidillas con humus, astice, lime e paprika
Tacos con insalata di pollo ruspante
Zuppetta di mango con gamberi rossi e pepe rosa
Panzanella con ricotta di bufala
Budino di tapioca, sciroppo di basilico e mango
Zuppetta di espresso con gelato al Baileys
Mousse al cioccolato bianco e mandarino cinese
(Pane e focaccia di produzione di Glass)

Vini in abbinamento
(Acqua minerale e bibita analcolica)

QUANTO COSTA? 65€ a persona, tutto incluso

Che aspettate dunque? Sono previsti max 35 posti!

Seguite questo link per acquistare i biglietti dell’evento

Qualche giorno prima della data di previsto svolgimento riceverete mail di conferma.

E dulcis in fundo…un grazie speciale – per l’occasione avuta – va a Cristina Bowerman che ha creduto fin da subito nell’iniziativa tanto da concederci l’apertura straordinaria ed esclusiva di Glass a pranzo (ne siamo onorati!) e che con trascinante entusiasmo ci ha trasmesso ulteriore e contagiosa energia per la messa in onda.

Crediti immagini: Senza Panna, Soul&Food, Glass Hostaria, Wikipedia

Arriva il tennis al Foro Italico: a quali Tavole mangiare?

English version

Ci siamo! Se c’è una zona di cui si parla in modo ricorrente – nella Capitale – in questa stagione è proprio quella del Foro Italico. Argomento? Naturalmente gli Internazionali di tennis che un po’ per passione, un po’ per moda e perché no anche un po’ per il desiderio di una boccata di aria aperta in una cornice carica di adrenalina attirano grosso pubblico locale e straniero. Quest’anno sul campo quasi tutti i top del tennis mondiale femminile e maschile. Che brivido, almeno per noi che siamo…Quelli che si trascinano lì per passione!
Il 12 maggio sorteggi di abbinamento a Piazza di Spagna e poi via fino al 20 maggio giorno di chiusura con la finale maschile.

Al di là degli Internazionali comunque che mettono in grande spolvero un’area di per se affascinante, ma che a tratti ha attraversato momenti di triste decadenza, la zona intorno al Foro Italico sta vivendo da qualche tempo una nuova primavera. Complice il sentiero di Roma contemporanea che qui ne concentra le più alte espressioni capitoline:  l’Auditorium, il MAXXI e… ultimo arrivato il tanto discusso Ponte della Musica.

Eppure a questa densità cultural-sportiva (eh si sportiva di diritto perché quando non è il tennis a tenere banco ci pensa il calcio) non corrisponde una adeguata concentrazione di locali consigliabili in cui sfamarsi. Ecco allora la nostra selezione che magari torna utile, prima o dopo gli incontri (in questo periodo!): indirizzi per break pomeridiani dolci o salati ma anche per cena. Al solito, ormai ci siete abituati, link ai nostri post dove ci sono o al sito web (se disponibile) per trovare maggiori informazioni.
Continua a leggere