Osteria di Monteverde – una non basta ma replicarla sarebbe un delitto!

Decisamente troppo breve e datato lo spazio riservato all’Osteria di Monteverde nel glorioso post sulle Trattorie scritto per Dissapore ormai più di un anno fa. Ce ne rendiamo conto giusto qualche sera fa dopo esserci nuovamente sfamati da Fabio Tenderini e Roberto Campitelli, il primo ex-ingegnere delle telecomunicazioni che dopo quasi 15 anni nel settore ha deciso evidentemente di dedicarsi ad altro, il secondo ex-Glass, ex-Convivio…insomma ex-un sacco di posti. E se il primo ci ha messo quel sano entusiasmo dettato da passione, il secondo ha portato talento ed esperienza: non era scontato ma intuibile quale potesse essere il risultato!
Il locale è incastonato tra un condominio e l’altro su una delle popolose vie di Monteverde, difficile dire se Vecchio o Nuovo: sembrerebbe stia giusto al confine. Nonostante la densità di portoni e finestre si intercetta facilmente per via della doppia vetrina sulla cui tenda di copertura corre l’insegna. L’ingresso proietta subito in un ambiente informale, tutto legno, con pochi coperti (saranno una trentina ad occhio e croce)  e foto di tratti di Roma sparita alle pareti.

E fin qui tra osteria nell’insegna e osteria chiaramente evidente nella forma e nel rumore di fondo dell’unica sala, realizzi che sei giustappunto in osteria. Poi però passi per il menu, per la lavagnetta che recita qualche piatto del giorno, scivoli sulle proposte recitate a voce dal personale e ti rendi conto che proprio solo un’osteria non è. Per carità ci trovi delle meritevoli Carbonara-Gricia-CacioePepe… Continua a leggere

Tiramisù: 7 indirizzi a Roma dove assaggiarlo almeno una volta

Ti-ra-mi-sù, quattro sillabe che proiettano su quattro ingredienti magici: crema al mascarpone, savoiardi o dintorni, caffè e cacao, che se messi accuratamente insieme sottendono un mondo di gusto e sapori difficilmente replicabile in altre dolcezze culinarie. Insomma una combinazione di elementi che lo rende un dessert semplice e al tempo stesso unico.
Lo confessiamo: noi ne siamo ghiotti e difficilmente ci risparmiamo da un assaggio di tiramisù quando capita di trovarlo in carta. Magari si incappa in uno da annoverare tra i “preferiti” e dunque perchè non buttarsi?! Peraltro la Capitale – in fatto di tiramisù – riesce a distinguersi nel panorama nazionale; eppure le origini non sono esattamente romane…

Continua a leggere

Coromandel – da Chanel a piazza Navona per colazione, pranzo e cena

Ogni promessa è debito, si sa! E quindi come anticipato nell’ultimo post di scorsa settimana, eccoci qui per un reportage più accurato su Coromandel. A dire il vero per essere una recente apertura se ne è già parlato in lungo e in largo in particolare di come accoglie a pranzo e a cena: pare sia sempre più di moda ormai sul web questa fiammata iniziale sulle new opening…e poi tutto tace o quasi. Di qui – dopo la visita – la decisione di scriverne si, ma non dei blasonati lunch & dinner appunto bensì della formula colazione, su cui in rete poco abbiamo scovato, poco oltre alle belle foto di spacedlaw.

Continua a leggere

7 Novità per la stagione gastronomica Autunno-Inverno a Roma

Rieccoci! Le ferie estive sono irrimediabilmente passate e – a volerla leggere con slancio ottimistico –  la stagione della vendemmia, delle  ottobrate romane, di funghi-castagne-tartufi e chi più ne ha più ne metta, per un rapido scivolone verso torrone e panettone, si avvicina. Potevamo dunque mai esimerci dall’addolcirvi il rientro con qualche buona notizia dal sapore tutto capitolino? A dire il vero peraltro questa “penna” un po’ ci mancava…
Ecco dunque in rapida sequenza una serie di novità, che siamo certi animeranno il palcoscenico culinario romano nei prossimi mesi.
Prendete nota!

Continua a leggere