Farmer’s Market: dall’ex-Mattatoio di Testaccio al cuore della Garbatella

Farmer's Market Garbatella - Interno

Si avete capito bene, dallo scorso weekend il Farmer’s Market che ha a lungo occupato l’ex-Mattatoio di Testaccio ha aperto serranda nel mercato coperto della Garbatella in via Francesco Passino. Resta naturalmente nel quartiere testaccino lo storico mercato, ora coperto.
Torniamo però al Farmer’s. Che si sarebbe spostato si sapeva già da un po’ e per mesi c’è stato un animato toto-location unito a una raccolta firme “anti-spostamento” particolarmente sentita. E già, perché all’ex-Mattatoio tutti si erano un po’ affezionati. Oltretutto era estremamente comodo da raggiungere e ben servito in fatto di parcheggi.
Non c’è che dire, a Garbatella il mercato è incastonato in un contesto suggestivo – lo circondano storiche palazzine, quasi uniche nel loro genere in città, alternate a rifiniti murales- e lo spazio dedicato (vecchio mercato rionale) è fresco fresco di ristrutturazione.

Lo storico Farmer’s Market gestito dalla Coldiretti in via San Teodoro al Circo Massimo - Murales 2

Un ampio ambiente centrale in cui gli stand sono disposti a semicerchio più corridoi laterali anch’essi occupati dai banchi: questa l’organizzazione interna del nuovo mercato. Per il resto i produttori sembrano grossomodo gli stessi più qualche volto nuovo.

E dunque banchi frutta e verdura, formaggi e salumi, frutta secca, pane e pizza, carne, pasta fresca, piante…e chi più ne ha più ne metta.
Quello che manca è l’aria frizzante che prima si respirava sotto i tetti dell’ex-Mattatoio, sembrava una festa! Qui pare tutto più “grigio” e diradato…sarà forse il troppo spazio rispetto al numero di banchi?! Il tempo ci dirà.

Il nuovo mercato è gestito dalla U.O. Promozione dell’Agricoltura mentre rimane della Coldiretti il Farmer’s Market di San Teodoro vicino al Circo Massimo.

E speriamo che col tempo risolvano anche il tema parcheggio, che già la prima domenica ha creato non poche difficoltà per il carico-scarico merci e per i clienti.

Chiudiamo con qualche scatto dalla nostra visita, speriamo aiuti a rendere ancora meglio l’atmosfera della nuova location.

Lo storico Farmer’s Market gestito dalla Coldiretti in via San Teodoro al Circo Massimo - Murales 1

Lo storico Farmer’s Market gestito dalla Coldiretti in via San Teodoro al Circo Massimo - Esterno

Lo storico Farmer’s Market gestito dalla Coldiretti in via San Teodoro al Circo Massimo - Cartello

Lo storico Farmer’s Market gestito dalla Coldiretti in via San Teodoro al Circo Massimo - Carciofi

Lo storico Farmer’s Market gestito dalla Coldiretti in via San Teodoro al Circo Massimo - Collage

Lo storico Farmer’s Market gestito dalla Coldiretti in via San Teodoro al Circo Massimo - Formaggi

Lo storico Farmer’s Market gestito dalla Coldiretti in via San Teodoro al Circo Massimo - Guanciale

Farmer’s Market Garbatella (informazioni pratiche)
Orari: sabato dalle 9:00 alle 18:00, domenica dalle 8:30 alle 14:30
Indirizzo: via Francesco Passino 25 (come arrivare)

Mezzi pubblici: metro B Garbatella (circa 600m), bus 673 e 716

Ti potrebbe anche interessare il nostro racconto sul “nuovo” mercato rionale di Testaccio.

Immagini realizzate da Tavole Romane, pubblicate sotto una Licenza Creative Commons
About these ads

6 thoughts on “Farmer’s Market: dall’ex-Mattatoio di Testaccio al cuore della Garbatella

    • Si esatto Daniela sono gli stessi spazi dove hanno fatto Culinaria!
      Anche a noi a Testaccio il Farmer’s piaceva tanto ed era diventato anche un punto d’incontro con amici. Ci mancherà e speriamo non lascino andare al degrado quell’affascinante location.

  1. per le persone anziane è molto ma molto faticoso pierino ariano 86 anni,
    dovrò rinunciare alle verdure fresche e biologiche.

  2. Anche per gli anziani della Garbatella era impossibile arrivare a Testaccio, capisco come sempre i cambiamenti disorientano e a volte non soddisfano, anche io (che abito a Garbatella) mi rendo conto che lo spazio e è grande e sembra vuoto, ma la stessa sensazione l’avevo al Mattataio, è che dovrebbero arrivare molti più e coltivatori diretti e bio proprio perché lo spazio si offre. Roma Capitale dovrebbe pubblicizzare ed invitare e non lasciare tutto al nostro passaparola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...