Supplizio – il cibo di strada firmato Arcangelo Dandini

supplizio_pic0bwm

Sabato 8 Febbraio al mattino.

In giro per il centro storico della città tra Navona e Campo de’ Fiori. Complice il chiacchiericcio social, che dava addirittura in quel periodo l’apertura del Supplizio, passiamo in zona sperando di trovare segni di imminente presenza. Ma niente, porte sbarrate.
La curiosità cresce imperterrita.

supplizio_pic1wm

Giovedì 3 Aprile verso le 19:00.

Il pensiero va all’appuntamento dell’indomani (finalmente!). Via dei Banchi Vecchi 143 – appunto – da Supplizio ospiti di Dandini e D’Ettore per sbirciare in semi-anteprima. Si semi, qualche anteprima per “amici” c’era di fatto già stata a giudicare dalle foto  in giro per il web.
Aspettative altissime.

Venerdì 4 Aprile sempre verso le 19:00.

Ci dirigiamo verso il nostro punto “x”. Neanche a dirlo: da lontano di scorge folla e tra questa qualche saltimbanco evidentemente lì a intrattenere. La luce del tramonto che cala sugli irresistibili tetti adiacenti conferisce al tutto ancora più fascino. E mentre ci avviciniamo diventa sempre più percettibile un educato vociare, che a tratti è sopraffatto da immagini di bocche che – quasi a rallentatore – sembrano gustarsi ogni singolo morso dato a quanto esce dal “covo” già assurto a celebrità praticamente.
Aspettative ancora più alte se possibile.

Eccola dietro la gente si intravede la porta. Entriamo.
Un balzo nel tempo, in un casa accogliente anzi in un salotto avvolgente fatto di mattoncini  alle pareti, pavimenti di terracotta che sanno di storia, invitanti poltrone/divano, tappeti, eclettiche lampade e suppellettili a riempimento. Con gusto, con calore.
Un bancone sul fondo, un laboratorio- cucina nelle retrovie.
E’ chiaro, tutto è stato recuperato evidentemente recuperato e scovato dal passato con maestria e con estrema attenzione.

supplizio_pic3_foodconfidential

E giusto per rimanere in tema, anche l’offerta viene dalla memoria. Già, perché come i creatori (Dandini e D’Ettorre) stessi dicono quanto qui si consuma altro non sono che ricordi d’infanzia, fatti di ricette tramandate, profumi e dunque sapori. Scatti preziosi di vita e tradizioni da recuperare e salvaguardare per – aggiungiamo noi – proiettarli nel futuro. Arcangelo a dire il vero con il libro “Mozzichi di Memorie” aveva già iniziato la proiezione.
Protagonista assoluto dunque il cibo di strada (come l’accoppiata ama chiamarlo) mordiefuggi cucinato espresso e con la collaborazione anche del vicinato visto che pizza e pizzette vengono dagli adiacenti Forno Roscioli e Boulangerie MP mentre i dolci (al momento una zuppa inglese e scommettiamo si rinnoverà nelle stagioni) dalla Pasticceria De Bellis.

Ma torniamo a quello che questo punto “x”  (si si “x” perchè va assolutamente segnato nelle proprie mappe del centro storico come must to eat, ormai lo avrete capito) tira fuori. Supplì alias la “fissazione” di Arcangelo e a cui ci ha già abituato nel suo ristorante di via Belli, in versione classica e bianca, Crocchetta di patate affumicata, Crema fritta con Pecorino, zucchero e cannella…

supplizio_pic4_foodconfidential

…e poi monoporzioni di Uovo di Quaresima con pomodoro e mentuccia, Polpette di allesso e maionese/salsa verde. Pasta e patate, Ciavatta di Giggietto con fettina panata e broccoletti ripassati, Pizza e mortadella, Panzanella di baccalà and so on.

supplizio_pic6_foodconfidential

Sulla qualità del tutto non abbiamo molto da puntualizzare: le firme e le anteprime (fatte di supplì, crocchette, panzanella, zuppa di fagioli e frittata di patate) fanno chiaramente intravedere una superba via. Una breve nota però va spesa sui prezzi, oltretutto ben visibili sullo specchio-lavagna a parete entrando a sinistra. Parliamo del supplì ad esempio, 3€ al pezzo, un prezzo che si fa notare non v’è dubbio. Ma considerando la “storia” che c’è dietro e la zona, era praticamente “scritto”. C’è da augurarsi solo che il livello sia sempre al passo.

supplizio_pic5_foodconfidential

Sabato 12 Aprile dalle 12:00?
La serranda apre al pubblico.
Meglio dire dovrebbe, visto che si parlava del 9 ma le ultime notizie danno ora un “entro il 12″…seguiranno aggiornamenti.
E quando apriranno i battenti non titubate, godetene!

supplizio_pic2wm

A proposito! Quasi dimenticavamo. Torneremo presto a parlar di streetfood, anzi a farvene parlare. Stay Tuned

Le nostre pagelle: 

Non ci sentiamo di lanciarci con dei numeri sulla base di quanto sperimentato in pre-apertura. Promettiamo però un aggiornamento dopo qualche passaggio.

Prezzo:

  • Supplì 3€, Crocchette 2€, Monoporzioni da 5€

In breve:
♥ Del Supplizio e altre Delizie!

Informazioni pratiche:
Sito web: www.supplizio.net (in costruzione), pagina facebook
Indirizzo: via dei Banchi Vecchi 143, 00186 Roma (mappa)
Orario: dalle 12:00 alle 20:00 dal lunedì al sabato
Tel. 06.89160053

Altre letture consigliate:

Dissapore – Supplì a 3 euro: come cambia la classifica dei migliori di Roma dopo l’arrivo di Supplizio

Luciano Pignataro – Roma, inaugurazione di Supplizio di Arcangelo Dandini e Lorenzo D’Ettorre

Daniela “Senza Panna” – Arcangelo Dandini apre il Supplizio a Roma

Luca “Per un pugno di capperi” – Supplizio, Cibo di strada

* Immagini: Food Confidential, Antonia intervistedalmondo, Tavole Romane
About these ads

One thought on “Supplizio – il cibo di strada firmato Arcangelo Dandini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...