Tiramisù: 7 indirizzi a Roma dove assaggiarlo almeno una volta

Ti-ra-mi-sù, quattro sillabe che proiettano su quattro ingredienti magici: crema al mascarpone, savoiardi o dintorni, caffè e cacao, che se messi accuratamente insieme sottendono un mondo di gusto e sapori difficilmente replicabile in altre dolcezze culinarie. Insomma una combinazione di elementi che lo rende un dessert semplice e al tempo stesso unico.
Lo confessiamo: noi ne siamo ghiotti e difficilmente ci risparmiamo da un assaggio di tiramisù quando capita di trovarlo in carta. Magari si incappa in uno da annoverare tra i “preferiti” e dunque perchè non buttarsi?! Peraltro la Capitale – in fatto di tiramisù – riesce a distinguersi nel panorama nazionale; eppure le origini non sono esattamente romane…

Continua a leggere

Caffè Propaganda – un angolo di Parigi con vista Colosseo

Cosa è mai questa storia?! Giusto una storia nata di recente, che da qualche mese porta il nome di Caffè Propaganda.
Va bene va bene veniva fuori a fine 2011 e ne hanno già scritto a destra e manca, ma ormai dovreste sapere che ci piace sperimentare prima e parlarne poi.

Torniamo a Propaganda allora. Un progetto sui generis per Roma – e ora capirete il perchè – che spunta fuori da estri di moda, musica, gastronomia e porta firme di rilievo: dj Giancarlino, Maurizio Bistocchi di Reply Store, udite udite Arcangelo Dandini per la consulenza in cucina e Stéphane Betmon lo chef pâtissier francese che ha traslocato per l’occasione da Settembrini Caffè qui in via Claudia. E chi lo conosce non dubitiamo stia già pensando ai suoi…no no lo sveliamo dopo!
Dunque perché sui generis e di qui perché passarci. Dopo un paio di esplorazioni ci viene da dire: per diversi buoni motivi o se non altro non pochi per non parlarne.
La formula. E’ aperto sette giorni su sette da pranzo a notte fonda, accompagna l’ora del pranzo, il the pomeridiano (selezione Mariage Frères anche se ahiahi in bustine), l’aperitivo, cena e dopocena. Difficile per Roma, eppure da Propaganda – e in pochi altri locali in città – succede. E l’offerta all day riempie le pagine di un menu-giornale, che un po’ ti stordisce e un po’ ti ammalia per il formato. Esilarante. E si arricchisce con i piatti su lavagna che cambiano giornalmente.

L’ambiente. Che dire, questo è quello che nella media del “buono” fa la parte dell’ottimo. Ingresso su una porta legno-vetri stile bistrot, un bancone-bar (all’entrata a sinistra) legno-zinco su misura che già da solo riempie il senso estetico del giro visivo, sala (che si srotola su un paio di ampi locali) piastrellata di bianco a parete, originali tavolini, divanetti, sedie, scaffali e suppellettili. Insomma tutto questo per noi è Parigi. Vedere per credere.

Continua a leggere

Brunch a Roma: che si dice di nuovo?

English version

L’argomento deve tirare davvero molto! Ti guardi intorno e…
amici e conoscenti ti chiedono ripetutamente locali da brunch…”però per favore uno – chessò – particolare“,
la blogosfera straripa di articoli sul brunch,
e – particolare per noi non trascurabile (!) – sapete quale è una delle parole più googlate per arrivare a TR? Pensate un po’, “brunch”!

Insomma il pubblico di Roma c’ha messo un po’, ma negli ultimi anni si è velocemente affezionato al brunch. Ehhhh il brunch nel weekend piace!
Peccato solo che l’offerta non sia riuscita altrettanto rapidamente ad assecondare  le “azioni” in salita, ops le preferenze, in fatto di nuove aperture e origini della formula.

Risale infatti a più di un anno fa la nostra ultima rassegna in fatto di brunch (ci eravamo divertiti a giocare con generi e location nel post di Di che Brunch siete?) eppure non tanto è cambiato nel panorama urbano! Anzi no, una tendenza è chiara e preoccupante a suo modo: un diffuso aumento di prezzi da parte dei locali più dediti a questa formula. Fanno eccezione giusto un paio di locali che hanno invece giocato al ribasso e che, a nostro avviso, erano usciti in passato con un costo too high!
Insomma urge concorrenza…

Eccoci quindi a parlare di “vecchi” indirizzi targati TR per zona e, sempre per zona, qualche nuovo ingresso (rispetto all’ultimo post e che abbiamo indicato con “NEW”). L’ordine non vuole essere una classifica, è puramente casuale.

Continua a leggere