20 locali (e più) da bere e da stuzzicare a Roma

aperitivo_foto1_wm

English version

Dopo aver trascurato a lungo l’argomento, complici anche le quanto mai numerose ricerche in materia sul blog, eccoci con un aggiornamento su come trascorrere le “ore” che precedono la cena (e perché no a volte anche il pranzo!),  sempre più spesso occasione di incontro e di relax, sia per spezzare la routine della settimana lavorativa, sia per assecondare i ritmi “lenti” del weekend. E negli anni ai drink – veri protagonisti romani dell’aperitivo – si sono sempre più affiancati gli assaggini “spezzafame” ora a buffet ora a piatto fisso, a seconda di come i locali personalizzano il “momento”. Tanto per restringere – nelle intenzioni – quella forbice che separa ancora troppo Roma da Milano.

Abbiamo lasciato fuori per ora gli aperitivi “dance”, chissà che non ne venga fuori un articolo dedicato!

Continua a leggere

Sorpasso – Vin Cafè Cucina da mattino a tarda serata

Capita che per un motivo o per un altro tiri tardi – impegni, imprevisti, teatro o cinema – e hai voglia di farti un bicchiere e smangiucchiare un piatto caldo.
Capita che nel cuore del quartiere Prati (pensa un po’ quello più diurno di tanti altri!) da più o meno otto mesi il Sorpasso, costola del noto e già “nottambulo” Passaguai ti aspetti fino all’una circa. Orari insoliti in città.
Due vetrine su strada: insegna “Vin cafè” una e “Cucina” l’altra. Nel mezzo a muro la firma “Sorpasso” ti dice che sei all’indirizzo esatto. Continua a leggere

20 locali da bere e da stuzzicare a Roma

Clicca qui per l’aggiornamento 2014

Clicca qui per l’aggiornamento 2014

English version

Dopo aver trascurato a lungo l’argomento, inauguriamo il nuovo anno con un articolo interamente dedicato alle “ore” che precedono la cena (e perché no a volte anche il pranzo!) e che sempre più spesso divengono un’occasione di incontro e di relax, sia per spezzare la routine della settimana lavorativa, sia per assecondare i ritmi “lenti” del weekend. E negli anni ai drink – veri protagonisti romani dell’aperitivo – si sono affiancati gli assaggini “spezzafame” ora a buffet ora a piatto fisso, a seconda di come i locali personalizzano il “momento”. Certo è che se nelle intenzioni Roma ha tentato di avvicinarsi a Milano sull’offerta “da mangiare”, nei fatti resta ancora lontana! E non è solo una questione di geografia…
Ecco dunque una nostra sintetica selezione di 20 indirizzi “da bere e da stuzzicare” per l’apéritif romano. Anche questi – così come i brunch e i dolci – ci siamo dilettati a suddividerli in categorie. E ora scegliete la vostra e unitevi a noi con commenti (positivi o negativi che siano) e suggerimenti su altri locali in tema che amate frequentare. Abbiamo lasciato fuori per ora gli aperitivi “dance”, chissà che non ne venga fuori un articolo dedicato!

Per i locali su cui è disponibile un nostro racconto troverete il link all’articolo, in alternativa al sito web. Ove non  diversamente specificato l’offerta di cibo è da intendersi inclusa nell’ordinazione del drink.

Modaioli – ambiente trendy, fashion e “chic” e scene quasi interamente dedicate a cocktail e drink di tendenza. Ed ecco allora dietro piazza Navona 1) eTablì con i suoi arredi provenzali (peccato il servizio che nell’ultima visita ci è parso un po’ troppo tirato e frettoloso) e piatti di stuzzichini che accompagnano i drink; 2) Il Bar del Fico recentemente ristrutturato, dagli interni moderni e curati, allestisce un mini-buffet di bruschette e insalate di cous cous; accanto a piazza del Popolo il gettonatissimo 3) Salotto Locarno (nella hall dell’omonimo hotel in via della Penna) con la sua aria da “Orient Express” – che ricorda il noto e affine hotel di Istanbul – e gli sfizi di finger-food preparati dal ristorante La Scena sempre dell’albergo; poco lontano, sulla suggestiva piazza di Pietra l’altro storico “divano di Roma”…4) Salotto 42 con il suo ambiente eclettico e nordeuropeo serve assaggini bio insieme ai drink. Ci allontaniamo dal centro per arrivare in zona Ostiense da 5) Doppio Zeroo, che resta un riferimento nel tempo e unisce – rispetto agli altri – all’offerta da bere anche un ricco buffet libero a base perlopiù di pizza calda salata e dolce…e in zona Parioli da 6) Duke’s, sempre di livello i suoi cocktail (non servono stuzzichini di accompagnamento) anche per allietare il dopocena.

Vintagefull immersion in arredi originali che richiamano in tutto e per tutto gli anni ’60-’70. Per gli amanti del genere 7) Necci dal 1924al Pigneto e 8 ) Il baretto in via Garibaldi alle porte di Trastevere. Entrambi offrono un ristretto buffet libero di accompagnamento ai drink, entrambi sono estremamente piacevoli con il bel tempo per via dei loro gradevoli spazi esterni.

Vinaioli – selezione accurata di etichette al calice e in bottiglia con sfizi di qualità a fargli compagnia. 9) Fafiuchè nel Rione Monti, locale curato sui toni del bianco e dell’arancio, con una ventina di coperti, bottiglie in vista e prelibatezze al buffet (un solo piatto compreso nel prezzo fisso della mescita) preparate dalla padrona di casa; lo storico indirizzo – poco distante dalla stazione Termini – 10) Trimani Wine Bar proprio accanto all’omonima enoteca tra le più fornite di Roma (qui si ordina qualche piatto alla carta non incluso nell’offerta da bere); 11) Enoteca Provincia Romana di fronte alla Colonna Traiana con una selezione locale di vini e golosità da scegliere alla carta (anche qui non incluse nel prezzo della mescita); tappa finale a sud da 12) Vineria Anzuini all’Eur dove i calici di vino sono rallegrati da un buffet libero a base di salumi, formaggi, pizza e focacce.

Birraioli – completa devozione per le birre…e fra tutte per quelle artigianali. Sono 13) Open Baladin in via degli Specchi e 14) 4:20 in zona Porta Portese gli indirizzi che gli appassionati del genere non devono perdere! Per stuzzicare si sceglie alla carta e si sopperisce così alla mancanza di una vera offerta dedicata all’aperitivo. Costi del cibo non inclusi nell’offerta da bere.

Young – aria “under 30” da 15) Freni e Frizioni, nel cuore di Trastevere, punto di incontro ormai da anni per turisti e non che colora l’ora dell’aperitivo con cocktail, vini alla mescita e buffet libero dal vegetarian style; al 16) Micca Club a pochi passi da piazza Vittorio, col suo ambiente giovane, vivace e animato…anche dalle tante serate a tema organizzate; al 17)  Momart Cafè in zona Bologna – area degli universitari – ampi e moderni locali dove fare l’happyhour significa accompagnare i drink con buffet abbondante fatto in prevalenza di pizza.

Novità – e infine gli ultimi arrivati nella capitale in fatto di pausa drink. Il pluricitato 18) Settembrini Caffè, nei locali dell’ex-Giolitti alle spalle di piazza Mazzini, per un aperitivo accompagnato da patatine homemade e un piatto di delizie del giorno dalla gastronomia. L’offerta per l’aperitivo è a nostro avviso ancora in cerca di una vera identità, ma siamo certi che Luigi Nastri e i suoi sapranno presentarcela presto, magari insieme a quella più orientata alle birre del dirimpettaio Set’ (prevista tra qualche settimana). E ancora – continuando a parlare di novità – la recente apertura 19) Coffee Pot dall’ambiente singolare ricavato da ex-officine su via della Lega Lombarda (zona Piazzale delle Province), riadattato e arredato con oggetti datati e non al primo uso! Si può sostare tutto il giorno da mattina a notte inoltrata e anche se non c’è  un vero happy hour si può allestire un buffet aperitivo per gruppi e su ordinazione. Una pecca però: a dispetto del nome a sera non si possono ordinare the e caffè! Chiudiamo infine con la citazione di un locale che proprio nuovo non è, anzi prepara pane per il quartiere Esquilino (e non solo) da decenni…è 20) Panella che di nuovo ha – da qualche mese – oltre che parte degli ambienti anche la formula aperitivo a buffet libero con piatti espressi dalla cucina e dal forno.

Immagine tratta da http://www.100vino.it/, segnalateci eventuali vincoli di copyright