Streetfood @ Roma: i panini gourmet di Romeo e gli altri Top!

streetfood2014_collage1_wm

Metti insieme due autentiche “bombe”.
La prima: lo streetfood che straripa ormai in ogni dove tra consumatori accaniti (ovvio), “penne” del settore e naturalmente tra imprenditori, che intravedono chiare opportunità fisse e/o ruote-munite.
La seconda: il potere diffusivo dei social, che neanche si commenta più.

Ed ecco circa 1.000 votazioni in una settimana scarsa per il nostro contest a tema.
Per non parlare degli accessi curiosi al blog e il chiacchiericcio in commenti e messaggi.

Ne esce una Top9 altrettanto “esplosiva” che combina socialmente il “vecchio” e il “nuovo”, il consolidato e l’azzardo.
Socialmente si, nel senso più pieno e innovativo del termine: mostri sacri dello streetfood romano si alternano quindi nella classifica delle preferenze a recenti “generazioni” che cercano comunque di preservare- ciascuno a modo proprio - gli alti principi di uno streetfood di tutto rispetto, ossia qualità, attenzione alle tradizioni locali e prezzi accessibili.
E a dirla tutta talvolta – lo vedrete tra qualche riga – le nuove generazioni svettano proprio. Eh si, essere social nel senso più innovativo (stavolta) della parola premia. E non tanto per i risultati raggiunti in un sondaggio - che resta in ogni caso un “gioco” - quanto per l’attaccamento, buon per loro, generato nei fan. Insomma lo streetfood a Roma non è più solo la pizza di Bonci o di Roscioli, che rimangono comunque dei must, come pure non sono più lo spiccato grande nome – vedi Volpetti o Eataly – e le guide ad attrarre per definizione.

Vediamoli dunque questi effetti e veniamo ai nomi in rigoroso ordine di gradimento con tanto di percentuali.
E non stupiamoci dunque se il capolista è quello che forse meglio coniuga l’immagine della tradizione e il desiderio di innovazione…

 1. I PANINI GOURMET di Romeo Chef&Baker e Ape Romeo 14%

romeo_panino2

2. LE TIGELLE dell’Ape “bruna” di Mozao (foodtruck) 13%

mozao_pic2

3. I FRITTI VEGETALI di FREEtto 12%

freetto_bancone

4. IL TRAPIZZINO 10%

trapizzino_2

5. LA PIZZA AL TAGLIO di Bonci  7%

04_pizzarium

6. LA PIZZA di Antico Forno Roscioli 5%

pizza_roscioli_pic1

7. LA PASTA ALL’AMATRICIANA di  Spasso Food 4%

spassofood_pic07

8. IL FILETTO DI BACCALA’ Dar filettaro a Santa Barbara 3%

filetto2

9. I PANINI CON RIPIENI ROMANI di Mordi e Vai al Mercato Testaccio 3%

nuovo_mercato_testaccio_pic8

Tra le proposte arrivate “fuori-lista” citiamo in particolare Gusto Più per la pizza a taglio nel quartiere Montesacro. Segnalato dapprima dalla cara Daniela senzapanna e poi risollevato più volte da altri lettori: non conosciamo questo indirizzo, ma ora toccherà rimediare!

E veniamo allo streetfood generalmente  preferito. Sapete quale è? Dal numero di voti ricevuti non v’è dubbio: tutto ciò che è farcito o ripieno sia esso pizza, panino, tigella, piadina o affini. Si accodano invece molti fritti (inclusi quelli di Arcangelo nella novità Supplizio) e chissà perché eravamo pronti a scommettere il contrario. Voglia di abitudini più “healty”?!

Che dire in conclusione? Da questo lato ci siamo al solito divertiti. Complimenti ai Top e ringraziamenti speciali a tutti coloro che hanno contribuito alla diffusione…e ancora a tutti quelli che hanno voluto dire la loro in questo piccolo “spazio di web”!

Come in ogni fine contest vi lasciamo inoltre – da scaricare per chi volesse – il pratico tascabile “Il Top dello Streetfood salato a Roma con i migliori 20 indirizzi raccolti insieme.

Immagini: siti e pagine facebook dei locali, foodspotting, agenzia Aromicreativi (Roscioli), Tavole Romane

Nuove aperture per mangiare a Roma – cosa succede in città!

vinerialitro_orologi

Uno, due, tre…venti o forse più!
Questo è il numero di nuove aperture o avvenuti rinnovi che contiamo, negli ultimi mesi del 2013 e in queste prime settimane del 2014, tra fonti web, passaparola e nuove insegne intercettate nei quartieri in giro per la città. Non c’è che dire, continua il fermento romano nella ristorazione che se da una parte miete inevitabilmente nuove vittime che abbassano serranda, dall’altra miete anche nuove gestioni.
E se da un lato non possiamo che rallegrarci per il nuovo (le aperture non saranno tutte encomiabili ma qualche buona new entry che incontra i nostri gusti c’è!) dall’altro si consolida in molti casi un triste trend. Tanti sono infatti i neo-locali “omologati”, che ricalcano fedelmente dei format ben accolti in passato in città. Come se questo fosse pseudo-garanzia che fatto uno di successo, basta replicarlo – o quasi – e i Romani son soddisfatti. Che poi magari per carità esiste pure una fascia di gente che lo gradisce, ci sta pure che all’avvio certe formule così pensate rassicurino e attraggano, ma poi alla lunga pagherà? Noi qualche dubbio ce lo abbiamo…
Va ribadito però che qualche nuovo indirizzo, nella veste oltre che nella sostanza, c’è. Onore al merito.

Continua a leggere

#mammaroma “Navona-Coronari” (numero 1)

Inauguriamo con questo post una sorta di guest-rubrica, nome di battesimo #mammaroma, a cura di Antonia intervistedalmondo. A dire il vero l’intento era quello di arricchire con questi contenuti le pagine del blog in inglese, ma questa primissima puntata ci è sembrata talmente piacevole che proprio non abbiamo resistito a pubblicarla anche qui. Magari anche i lettori italiani apprezzeranno, ci siam detti! E dunque di tanto in tanto i post #mammaroma saranno anche in questo spazio.
Perché questo sodalizio con intervistedalmondo vi starete chiedendo? Perché la “penna” di Antonia trabocca di un inchiostro intenso, come intensa è la passione che lei ha per Roma (e tra le altre cose per la sua tradizione gastronomica).
E come ormai sapete noi non riusciamo proprio a rimanere insensibili di fronte ad un certo tipo di entusiasmo… 

E’ inverno. Di quello freddo.
Di quello che ti costringe a coprirti le mani.
Di quello in cui l’aria umida ti si vuole appiccicare addosso a tutti i costi.
E in cui, nelle prime ore del mattino, il cielo è di un blu talmente intenso che sembra chiamarti.
La città sembra stare lì per te. Ferma ai tuoi piedi.

Continua a leggere

Quattro novità gastronomiche per chiudere il 2012!

panificio_bonci_pic1

Sembrava proprio che l’apertura di Romeo Chef&Baker in Prati  a metà novembre fosse destinata a chiudere l’elenco 2012 delle gastro-novità romane e invece nelle settimane appena trascorse quella stessa lista si è infoltita. Quattro sono gli indirizzi di spicco che a nostro avviso si ritagliano di diritto un posto in chiusura (almeno in citazione) ed eccoci dunque a passarli in rassegna. Troppo poco lo spazio di qualche foto o parola sui nostri social… Certo in giro per il web – a dispetto del poco tempo trascorso dalle aperture di serranda- se ne è già parlato tanto (è ormai di moda divenire popolari prima ancora di presentarsi!) ma perchè far mancare anche qualche nostra riga a voi lettori?
A proposito, non esitate a farci sapere cosa ne pensate se li avete provati!

Continua a leggere

Pizzarium – a taglio…con lievito madre e farine macinate a pietra *Aggiornamento*

Aggiornamento del precedente articolo che consigliamo di leggere per una vista d’insieme su questa Tavola e per le informazioni pratiche.

Ormai la voce si è sparsa: i clienti abituali e chi bazzica nel settore già sanno. D’altronde Bonci fa notizia e le notizie su di lui vanno veloci…

“questa pizza con impasto nuovo, misto cereali, enkir e farro è superiore ai ricordi e alle aspettative” – “Ho assaggiato e mi sono messa in ascolto… ed è stata una sinfonia!!” (Daniela Senza Panna)

“La meta era il rinnovato Pizzarium di Gabriele Bonci [...] l’indirizzo della più buona pizza al taglio del pianeta e degli altri universi limitrofi” (S. Bonilli)

“Ok, lo ammetto merita. Meritava andare fino là, meritava pagare quel prezzo” (Ma che ti sei mangiato?)

“pizze dall’impasto inimitabile (ormai un 100% farro) con condimenti che mi hanno elevato ad indefinibili vette di piacere” (Lorenzo Linguini)

Cosa c’è di nuovo?

Continua a leggere