Farmer’s Market: dall’ex-Mattatoio di Testaccio al cuore della Garbatella

Farmer's Market Garbatella - Interno

Si avete capito bene, dallo scorso weekend il Farmer’s Market che ha a lungo occupato l’ex-Mattatoio di Testaccio ha aperto serranda nel mercato coperto della Garbatella in via Francesco Passino. Resta naturalmente nel quartiere testaccino lo storico mercato, ora coperto.
Torniamo però al Farmer’s. Che si sarebbe spostato si sapeva già da un po’ e per mesi c’è stato un animato toto-location unito a una raccolta firme “anti-spostamento” particolarmente sentita. E già, perché all’ex-Mattatoio tutti si erano un po’ affezionati. Oltretutto era estremamente comodo da raggiungere e ben servito in fatto di parcheggi.
Continua a leggere

Lo storico Mercato di Testaccio ha traslocato: siamo andati a dare un’occhiata

E’ successo: dopo ripetuti annunci e smentite il mercato testaccino, il mercato rionale per eccellenza a Roma, ha traslocato.
Da Piazza Testaccio a via Galvani, di fianco al Monte de’ Cocci; dal cuore del quartiere a quel fazzoletto di terra che ha dato vita a fine ’800 agli antenati della moderna cucina del quinto quarto e che ancor prima aveva iniziato coccio su coccio a stratificare secoli di storia. E così si sono abbassate le serrande dei vecchi – e diciamolo malandati – stall (anche Carmelo tomato expert che nei primissimi giorni aveva stoicamente resistito ha ormai chiuso i battenti) e il 2 luglio si sono alzate quelle della nuova struttura. Continua a leggere

Edizione Straordinaria extra food: oggi nasce 20MQ nel mercato di Testaccio

Roma, 16 Aprile 2010

Per l’occasione il carattere di straordinarietà è duplice.
Straordinario è il progetto che Massi, Mavi e Manu hanno creato da zero. Un nuovo concept che porta oggetti cool e di design al banco del mercato.
Straordinario è per Tavole Romane il tipo di notizia che se da un lato col food poco c’entra, dall’altro col food confina e più precisamente con l’anima più popolare del food romano che proprio a Testaccio vive.
Veniamo dunque al contenuto. Da 20metriquadri (o 20MQ come recita il logo) sono in vendita oggetti tra i più svariati, importati dall’estero e in gran parte non ancora presenti nelle vetrine italiane.  Posate fresche di Red Dot Award, originali portacandele, lampade vintage, magliette ecologiche, shopper, portafogli di carta stampata, mappe stradali di stoffa lavabile e ancora…oggetti di produzione propria come portafiori di cartapesta a forma di busti, lampade e lampadari realizzati con tazze da the. Ma questi sono solo alcuni dei pezzi che gli ideatori di 20MQ portano e porteranno nel tempo al mercato testaccino. E che siamo al mercato lo ricordano anche i prezzi: vanno da un minimo di 5€ ad un massimo di 200€.
Tutto si consuma in uno stall completamente svuotato, ristrutturato e ripopolato. Il banco occupa l’angolo che guarda l’incrocio tra via Luca della Robbia e via Aldo Manuzio. Il blu e il bianco si alternano nelle serrande e nell’impalcatura espositiva, mentre un praticello rubato alla natura “sintetica” invita a visitare il minuscolo interno. Cassette da frutta in legno – appese a parete – mostrano la merce. All’apertura nel nuovo mercato (manca poco?) tutto traslocherà nello spazio dedicato sotto il Monte dei Cocci.
Basta ammirare  qualche istante la “vetrina” per avvertire la cura e la passione che animano 20MQ. Basta osservarne anche solo fugacemente il contenuto per vedere il senso di ricerca del progetto.
A Massi, Mavi e Manu non possiamo che dire grazie per averci regalato questa novità. In bocca al lupo amici…
…certi che oggi a Roma è nata una nuova “piccola” stella!

Inaugurazione: oggi sabato 16 Aprile 2011 dalle 10:00 alle 14:00.
Apertura: lunedì
-sabato, orario mercato

A chi passerà e vorra intrattenersi con la buona cucina testaccina ricordiamo i nostri consigli nei paraggi: prodotti da forno da Farinando, pizza da 00100 in versione al taglio e tonda da Remo, cucina romana da Flavio al Velavevodetto, Bucatino e Felice. E altri ne arriveranno presto, in una zona che rappresenta una vera e propria mecca per i foodies romani.

E ora scatti, scatti, scatti!
Continua a leggere