Nuove aperture per mangiare a Roma – cosa succede in città!

vinerialitro_orologi

Uno, due, tre…venti o forse più!
Questo è il numero di nuove aperture o avvenuti rinnovi che contiamo, negli ultimi mesi del 2013 e in queste prime settimane del 2014, tra fonti web, passaparola e nuove insegne intercettate nei quartieri in giro per la città. Non c’è che dire, continua il fermento romano nella ristorazione che se da una parte miete inevitabilmente nuove vittime che abbassano serranda, dall’altra miete anche nuove gestioni.
E se da un lato non possiamo che rallegrarci per il nuovo (le aperture non saranno tutte encomiabili ma qualche buona new entry che incontra i nostri gusti c’è!) dall’altro si consolida in molti casi un triste trend. Tanti sono infatti i neo-locali “omologati”, che ricalcano fedelmente dei format ben accolti in passato in città. Come se questo fosse pseudo-garanzia che fatto uno di successo, basta replicarlo – o quasi – e i Romani son soddisfatti. Che poi magari per carità esiste pure una fascia di gente che lo gradisce, ci sta pure che all’avvio certe formule così pensate rassicurino e attraggano, ma poi alla lunga pagherà? Noi qualche dubbio ce lo abbiamo…
Va ribadito però che qualche nuovo indirizzo, nella veste oltre che nella sostanza, c’è. Onore al merito.

Eccoci allora a condividere in rapida sequenza le aperture – per zona  – che a nostro giudizio meritano una segnalazione già in queste prime fasi di “vita” o di “rinnovo”. Certo poi nel tempo bisognerà verificarne resistenza e capacità di crescita.

CENTRO STORICO E MONTI

1) Ciao Checca in pieno Centro nei pressi di Campo Marzio, all’interno di un palazzo seicentesco.
Pranzo (stile fastfood) sul posto o take-away in pratici contenitori di cellulosa. Pezzo forte: la pasta alla checca realizzata al momento con prodotti freschi (pomodorini, mozzarella, basilico, olio extra vergine). L’offerta include anche altri tipi di pasta, piatti con legumi e hamburger Patty Melt Cheesburger. Possibili variazioni gluten-free per tutto il menu.
Prezzi: 5-8,50€ a porzione
Piazza di Firenze 25
Tel. 06.68300368
aperto tutti i giorni

2) Pizza del Teatro su vicolo San Simone (via dei Coronari) negli ex-locali della Gelateria del Teatro che gli sta giusto accanto. Ci aveva già condotto da queste parti #mammaroma Navona-Coronari qualche settimana fa!
Padrona di casa la pizza di lui, si lui, Gabriele Bonci. E non aggiungiamo altro.
Prezzi: supplì 2,50€, pizza rif. Pizzarium
Via San Simone 70
Tel. 06.45474880

3) Tricolore Panini a Monti. Rieccolo! Dopo aver chiuso bottega per diverso tempo TricoloreMonti torna con una formula solo panini. Non più dunque croissanteria, non più corsi di cucina nelle adorabili mini-postazioni che riempivano il locale ma solo panini. Panini gourmet come lo stesso marchio recita, ideati da Veronica Paolillo. Pane ideato appositamente per soddisfare gli abbinamenti eclettici e ingredienti di qualità, questi i principi. Ed ecco allora classici e nuovi nati: panino di mais con uovopochè di Paolo Parisi e tartufo bianco, burro e acciughe, pane al nero di seppia con alghe di wakame e salsiccia di ventresca di tonno per citarne alcuni.
Prezzo: 10-16 euro a panino
Via urbana 126
Tel.  06.88976898
chiuso lunedì

FIUME-VENETO

4) L’Hamburgheria di Eataly in via Veneto negli ex-locali di Tuna. La mano è quella di tre amici che in collaborazione con Eataly hanno messo in piedi un locale moderno dove si riescono a mangiare a prezzi ragionevoli  discrete variazioni di hamburgher realizzati con carne La Granda. Il tutto accompagnato da Birra Baladin, bevande Laurisia, dolci di Montersino, caffè Vergnano. D’altronde senza questi marchi che hamburgheria di Eataly sarebbe?!
Prezzo: 10-15 euro
Via Veneto 11
Tel. 06.42016531
aperto tutti i giorni

5) La Portineria nei pressi di piazza Fiume. Dietro le quinte di questo nuovo indirizzo un food designer, un’esperta di focacce responsabile della parte cibo “salato”, un giovane pasticcere già pluri-premiato. Elemento ricorrente in questo eclettico laboratorio sweety & savory dove tutto è a vista, le porte. Dalla colazione al pranzo, da spuntini di giornata all’aperitivo. Qui abbiamo raccontato la nostra esperienza.
Prezzo: 6-8 euro a piatto
Via Reggio Emilia 22/24
Tel. 06.95218864
chiuso domenica

PRATI-FLAMINIO

lazanzara_pic1

6) La Zanzara in zona Prati. Dai proprietari di Baccano, un capiente e moderno bistrot nato qualche tempo fa nei pressi di fontana di Trevi. La formula si ripete negli arredi e nell’all day long e si distingue invece per una maggiore varietà dell’offerta e per gli spazi ben più ampi. In cucina lo chef Alessandro Cecere e il sous chef Salvatore Testagrossa.
Prezzo: 30-40 euro
Via Crescenzio 84 (angolo via Varrone)
Tel. 06 68392227
aperto tutti i giorni

7) Trapizzino a Ponte Milvio. E già, Stefano Callegari il patron di 00100 Sforno e Tonda, nonchè il creatore del trapizzino, ha deciso di fare di quest’ultimo un progetto a se stante vero e proprio da portare in giro per la città e chissà… Ha iniziato da Ponte Milvio dove da qualche mese un locale tutto dedito al trapizzino appunto ha aperto bottega ed è già un punto di riferimento nella zona.
Prezzo: 3,50-6 euro
Piazzale di Ponte Milvio 13
Tel. 06.33221964
aperto tutti i giorni

MONTEVERDE

vinerialitro_lavagna

8 ) Vineria Litro a pochi passi dal Gianicolo. In uno dei pochi fazzoletti di terra meno dinamici,  ahinoi (vista la frequenza con cui siamo in zona) in quanto a nuove aperture, ecco finalmente una novità. Nomi noti nel settore in città hanno di fatto recuperato lo spazio di una vecchia officina per metter su questo locale tutto salumi, formaggi, qualche piatto caldo, panini, vini naturali, birre e Mezcal (distillati messicani). Pane e croissant per la colazione by Bonci. Peccato – ma è solo un nostro personale giudizio –  le maioliche bianche che ormai hanno invaso Roma. Anche il servizio ha a nostro avviso qualcosa ancora da registrare in quanto a efficienza e sorrisi, come si conviene in particolare a un locale così piccino a misura di cliente.
Prezzo: circa 15€ per un pasto veloce
Via Fratelli Bonnet 5
Tel. 06.45447639
chiuso domenica

TESTACCIO-OSTIENSE

9) Bibere Bistrot nei pressi del ponte di Ferro. Un altro neo-nato sul rettifilo di via di Porto Fluviale, dove ormai le novità non si contano più. Ma non saranno troppe?! Viene da dire…
Dietro questo progetto, l’enoteca Bibere Beer Shop di Garbatella e di tanto in tanto la consulenza del 2 stelle michelin Anthony Genevose per la cucina. All’interno dell’ex-Mulino Biondi recuperato.  Piatti creativi e curati mare e terra e anche pezzi da streetfood – come recita il menu – stile cheeseburger e fish&chips. Pezzo forte neanche a dirlo, la birra.
Prezzi: pasto 30-40 euro
Via Antonio Pacinotti 83
Tel. 06.5562738
chiuso lunedì

10) La Dogana sempre vicino di casa del Ponte di Ferro. L’abbiamo appena detto che la zona è affollata!
Stavolta però il locale è decisamente diverso da quello che lo circonda. Si tratta di uno spazio ampio che ospita centinaia di coperti e dove a prezzi davvero interessanti si pesca tra cucina cinese, giapponese, thai, sudamericana…e vabbè già che ci siamo italiana. Con formula buffet self-service. Per tutti i gusti insomma, verrebbe da dire un pot-pourri. Nobile negli intenti dunque, ma da tenere sotto controllo perchè a giudicare dai primi commenti la qualità è altalenante.
Prezzi: pranzo 13€, cena 19€ (all you can eat)
Via del Porto Fluviale 67b
Tel. 06.5740260
aperto tutti i giorni

La Moderna

11) La Moderna a Testaccio negli edifici del Nuovo Mercato fianco fianco a via Galvani fronte Monte dei Cocci. Il nome è evidentemente ispirato a quello delle vecchie tintorie, il locale è tutt’altro che passato negli arredi. Moderno (appunto), sobrio: certo un po’ ricorda qualche simil gemello in città (sarà la mano degli ideatori!) ma gradevole è gradevole. Bancone centrale, sedute sparse tutt’intorno, forno a vista…perchè fanno anche la pizza! Offerta anche qui all day long. Menzione speciale per i cocktail, ci è capitato di provarne di buoni.
Prezzi: pasto 25-35 euro
Via Galvani 89
Tel. 06.5750123
aperto tutti i giorni

APPIA-TUSCOLANA-CENTOCELLE

12) Proloco DOL a Centocelle ha raddoppiato! E già, avete capito Vincenzo Mancino il signor DOL da novembre ha aperto questo nuovo locale. Un posto tutto nuovo dove oltre ai prodotti caseari e salumi a cui già ci aveva abituato si trova un’ottima pizza con lieviti controllati da Bonci, si ancora lui.
Prezzi: 6-15 euro a piatto
Via Domenico Panaroli 35
Tel. 06.24300765
chiuso domenica

spassofood_pic07

13) SpassoFood quasi su piazza Re di Roma. Non ci dilunghiamo troppo in questo caso, qui un post tutto dedicato scritto qualche giorno fa. E se non vi siete ancora incuriositi, provate a pensare a paste romane ben fatte in versione passeggio. Curiosi ora?!
Prezzi: 4,50-7 euro
Via Appia Nuova 131
Tel. 06.70476854
aperto tutti i giorni

14) Trattoria Epiro poco lontano dal precedente. Solo qualche chilometro effettivamente, nel cuore della zona popolare dell’Appio-San Giovanni. Uno staff tutto giovane con precedenti esperienze nel settore e tanta voglia di fare. Si intuisce facilmente anche dai sorrisi che elargiscono e dalle premura che hanno di capire se tutto è andato bene. Pochissimi coperti all’interno del piccolo locale, diversi in più invece all’aperto pronti per la bella stagione. Quanto esce dalla cucina è ispirato da quello che giornalmente propone il dirimpettaio mercato rionale giusto. Hanno anche una valida offerta streetfood con panini.
Prezzo: circa 35-40 euro
Piazza Epiro 26
Tel. 06.69317603
chiuso lunedì

PIGNETO

birstro_pic1

15) Birstrò. Come nome suggerisce, devozione per la birra e cucina ricercata insieme. E così a un impianto di produzione a vista di birra artigianale (da circa 300 litri) affiancano piatti caldi sfiziosi frutto di collaborazioni illustri alias Bottega Liberati per alcune materie, Bonci per il pane, pasticceria Paci per i dolci. Qualche preparazione ricorda anche la mano di Tassa vista la passata esperienza del personale di cucina. Per le birre c’è qualche affinamento da fare, almeno per quelle che abbiamo provato.
Prezzi: 25-30€ (aperitivo 5€)
Via De Magistris 64/68
Tel. 06.7600054
chiuso lunedì

16) CO.SO. Cocktail & Social questo sottende il nome. Dietro tutto il bravo Massimo D’Addezio, lo stesso che un decennio fa circa iniziò facendo cocktail allo Stravinskij Bar del De Russie dove ha continuato a farlo con successo fino a pochi mesi fa. Neanche a dirlo quindi CO.SO è soprattutto cocktail, ma anche qualche buon piatto (provate l’hamburgher di porchetta!) e originali pezzi di arredamento in vendita. Locale piccolo e senza insegna, ma possiamo scommettere che gli appassionati romani non avranno difficoltà a individuarlo.
Prezzo: n.d.
Via Braccio da Montone 80
chiuso lunedì (e al momento anche la domenica)

Non a caso chiudiamo con CO.SO. Il gancio per dare a breve spazio a un post tutto dedicato ad aperitivi e cocktail, è giunto tempo di aggiornamenti!

E per chi volesse continuare a tenersi aggiornato con i nostri consigli, non perdete d’occhio la colonna destra del nostro blog, riquadro “Nuove Aperture”! Anzi segnalateci pure posti nuovi secondo voi meritevoli e diteci se vi capita di entrare nel radar di questi cosa ne pensate…

* Immagini realizzate da Tavole Romane e Antonia intervistedalmondo, pubblicate sotto una Licenza Creative Commons

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...